Zuppa alla Valpellinese

Quest’oggi vi proponiamo una ricetta tipica della Val d’Aosta ma diffusa in tutta Europa. Una delle pietanze più golose della cucina valdostana, a cui è riservato un posto speciale sulla tavola del giorno di Natale.

La seuppa à la valpelleunentze (zuppa alla Valpellinese) è il piatto di uno dei più piccoli borghi italiani, Valpellinea pochi chilometri da Aosta.

Un primo piatto nato per non buttar via nulla. Più che una zuppa ricorda un ‘pasticcio’. Molto gustosa e veloce da preparare insomma ottima in queste serate fredde.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di cavolo verza ( da crudo)
  • 1 litro di brodo di carne ( preparato con sedano, carote, cipolle, ed un pezzettino di circa 200 g di vitellone)
  • 300 g Formaggio a pasta filata
  • 400 g Pane di segale a fette ( 6 fette)
  • Burro qb
  • Sale

Procedimento

Iniziamo col preparare un brodo di carne mettendo in una pentola: sedano, carota, cipolla lavate precedentemente e tagliate a pezzettoni, ed il pezzetto di carne tagliato anche esso a pezzetti. Far cucinare per circa mezz’ora. Nel frattempo sfogliare il cavolo, verza, lavarlo per bene sotto l’acqua corrente e far cucinare le foglie in acqua salata bollente per 5 minuti ( attenzione a non farle cucinare troppo altrimenti non resteranno integre).

Scolare delicatamente le foglie e riporle a raffreddare su di una spianatoia con della carta assorbente sotto.

Tagliare il formaggio a tocchetti e preparare del burro da fondere.

Preparare un pirofila, imburrare e procedere con la realizzazione vera e propria della ricetta.

Riporre le fette di pane sul fondo della pirofila, bagnare col brodo, adagiare sul pane le foglie di verza, il formaggio tagliato a pezzetti e procedere così per tre strati. L’ultimo strato va ricoperto con fette di fontina intere. Bagnare il tutto col brodo e infine versare burro fuso sulla superficie.
Infornare a 200 gradi per 40 minuti circa.

Trascorsi i 40 minuti servite questa ‘zuppa’ tipica a tavola calda calda.

Condividi sui Social...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *