Fileja al Pomodorino, Nduja e Caciocavallo

Oggi cari amici lettori vi regaliamo una ricetta tipica Calabrese, molto semplice ma tanto buona. Fileja o Fileda, è la stessa cosa, si tratta di una differente modalità ortografica con i quali i due termini sono stati riportati in base alle varie zone della Calabria. In altre regioni sono chiamati “fusilli”. La cosa certa è che parliamo di  un antico piatto, ormai celebre, della cucina del territorio di Tropea e di tantissime zone della Calabria. Condito con il pomdorino, il caciocavallo Silano  e la ‘nduja di Spilinga.

Ma perché si chiama caciocavallo? Il suo curioso nome deriva dalla legatura a coppie, che consente di metterlo a stagionare “a cavallo” di una pertica e la denominazione “silano” deriva dalle origini antiche del prodotto legate all’altopiano della Sila.

 

E la ‘nduja?

La ‘nduja è un insaccato ottenuto da 3 ingredienti cardini: carne di maiale tritata finemente, peperoncino in polvere  e peperone rosso in polvere; tutti e 3 questi ingredienti vengono lavorati per bene insieme e poi inseriti in un budello e lasciata stagionare per all’aria fresca per qualche mese. Una volta giusta a maturazione viene  tagliata e avrà una consistenza morbida e appare di  colore rosso vivo e abbastanza piccante.

 

Ideale per mangiarla sul crostone di pane, per farcire una buona pizza (clicca qui per vedere il tutorial della nostra pizza) e a metà cottura aggiungerci della ‘nduja, oppure farci la pasta.

Siete pronti per scoprire questa meravigliosa ricetta? Prendete carta e penna e godetevi super ricetta!

 

INGREDIENTI  PER 2 PERSONE

  • 200 g di Fileja
  • 50g di ‘Nduja di Spilinga
  • 200 g di pomodorini
  • 80 gr di caciocavallo
  • 40 g di scalogno o 1/2 spicchio di aglio
  • Olio extra vergine di oliva biologico q.b.
  • Sale fino/grosso q.b.

PROCEDIMENTO

Per preparare i filei al pomodoro con la ‘nduja, per prima cosa bisogna prendere una padella o casseruola e far rosolare lo scalogno tritato grossolanamente o il mezzo spicchio di aglio,  con un filo d’olio extravergine.

Nel frattempo che lo scalogno rosola, prendete una pentola, riempitela di acqua e ponetela sul fuoco alto.

Pulite e tagliate a 2 solo una metà  dei pomodorini e  il restante  li aggiungete interi.

Salate a piacere il sugo e fate  cuocere per 15 minuti a fuoco medio/basso con coperchio. A questo punto l’acqua ha raggiunto il bollore, salate a piacere con sale grosso e fate cuocere i fileja. 4 minuti prima di scolare la pasta aggiungete la ‘nduja al sugo di pomodorini, un mestolino di acqua di cottura e girate con un cucchiaio di legno. (A vostro piacimento  potete schiacciare con il cucchiaio in legno il restante dei pomodorini intero.) Scolate i fileja al dente, poneteli nella padella o casseruola con il sugo,  e mantecate per qualche minuto. Se necessario aggiungete 1 mestolino di acqua di cottura. Spegnete la fiamma e aggiungete il caciocavallo tagliato precedentemente a pezzetti  e mantecate per 1 minuto girando energicamente. Servite caldi caldi 🙂

Consiglio abbinamento beverage: come ben sapete l’abbinamento vino e pomodoro è difficile per il fattore acidità.  Con questo non significa che sia il vino rosso che bianco non si possano abbinare, ma devono avere le caratteristiche giuste da far esaltare il pomodoro e la delicatezza del vino stesso.  Pertanto noi vi consigliamo un vino rosso secco e  delicato e avente  note speziate da permanere a lungo in bocca.

Buon appetito a tutti 😉

Se volete seguiteci anche su

YOU TUBE

INSTAGRAM 

FACEBOOK

TIK TOK

Condividi sui Social...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *