Frittata di Bucatini (Maccheroni)

Oggi con questa ricetta vi porto direttamente a Napoli. Vi propongo un piatto molto povero, nato per caso o per meglio dire, per evitare sprechi. L’Italia del dopoguerra era caratterizzata da famiglie molto numerose, anche cinque, sei figli. I lavori che si svolgevano per portare avanti la famiglia erano tra i più disparati, per la maggiore però c’erano quelli nei campi, quindi lavori manuali, manovalanza, lavori in cui era richiesta una certa prestanza fisica e tanta forza. Lo stile di vita dell’epoca certamente non può essere paragonato a quello odierno. Molte famiglie vivevano con poco, con i prodotti del proprio orto o facendo scambi di prodotti tra i vicini. Una cosa comune certamente era evitare inutili sprechi.

La pasta, in linea generale, è sempre stato un alimento abbastanza comune nelle case degli italiani. A ragione siamo considerati il “paese della pasta”. Sempre nell’ottica di evitare sprechi alimentari, se avanzava della pasta la si riutilizzava dando luogo ad una ricetta molto gustosa. Alla pasta precedentemente cucinata si univano delle uova, del formaggio e del pomodoro (alimenti che non mancavano mai) e si friggeva! Ecco che nasce la Frittata di maccheroni.

Andiamo a vedere gli ingredienti (X 6 PERSONE) di questa super frittata

  • 6 uova
  • 350 gr di bucatini o spaghetti Pasta Armando
  • 350 ml di olio di semi di arachide
  • 100 gr di formaggio grattugiato (potete fare anche 50 di grana e 50 di pecorino)
  • 100 gr di sugo di pomodoro
  • 50 gr di provola a cubetti
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1/2 spicchio di aglio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Procedimento

Per prima cosa va cotta la pasta, quindi prendiamo una pentola, la riempiamo di acqua e portiamo a bollore.  Nel frattempo prendiamo una pentola, mettiamoci un filo di olio extra vergine d’oliva, mezzo spicchio d’aglio e facciamo rosolare a fuoco basso, togliamo la padella dal fuoco dopo 30 secondi che sta rosolando, aspettiamo 20 secondi circa che si abbassa la T e uniamo un pò alla volta il sugo di pomodoro. Facciamo cuocere per 20 minuti circa.

Nel frattempo l’acqua avrà raggiunto o 100°, quindi apriamo la confezione   dei bucatini Pasta Armando(super ecologica perchè di carta) e facciamo cuocere per 10 minuti. Nell’attesa sbattiamo 6 uova in una ciotola, grattugiamo il formaggio (solo mucca o mucca + pecora) aggiungiamo a piacere sale e pepe e giriamo per bene il tutto . Giriamo di tanto anche  il sugo di pomodoro e quando si è ben ristretto (dopo circa 20 minuti) saliamo e spegniamo.

Scoliamo i Bucatini Pasta Armando al dente, li mantechiamo in padella per qualche minuto e poi con l’aiuto di un forchettone e mestolo li uniamo all’uovo + formaggio. Tagliamo la provola a cubetti, la uniamo e gli diamo una buona mescolata affinchè l’uovo si amalgama bene a tutti i bucatini.

Nella stessa pentola che abbiamo cotto il sugo di pomodoro, uniamo l’olio di semi di arachide e lo riscaldiamo (io ho utilizzato di arachide perchè è più leggero dal punto di vista di sapore e ha un punto di fumo maggiore, visto che va fritta preferisco non usare l’extra vergine).  Uniamo il composto (spaghetti + uovo + formaggio) e facciamo cuocere a fiamma media.

Dopo 2/3 minuti accertatevi che non sia attaccata, quindi muovete la padella. Con quella quantità di olio e usando una padella anti aderente non si attacca, usando una padella in ferro o in acciaio la probabilità che non si attacca è bassa, quindi ci sono 2 possibilità se non avete la padella anti aderente, o girate (ruoteando) la padella di continuo o mettete più olio.

Fate cuocere 5 minuti per lato. La frittata è pronta quando si crea una crosticina croccante ed è ben compatta.

Asciugatela con un pò di carta assorbente e godetevela calda calda.

Buon appetito e mi raccomando piatto pulito!

 

 

 

 

Ps: Come avete notato dalla ricetta, ho usato Pasta Armando, se non la conoscete, cliccate qui, scorrete fino in basso e cercate il supermercato più vicino a casa vostra 🙂 è una pasta 100% Italiana, ma soprattutto con GRANO COLTIVATO IN ITALIA senza aggiunta di sostanze chimiche quali glicofasi, pesticidi etc. Non è fantastico?

AH, quasi dimenticavo, vende anche online, direttamente sul loro sito nella sezione Shop Online

Condividi sui Social...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *